Celiachia. Dal 1^ luglio buoni cartacei sostituiti dalla tessera sanitaria

Celiachia. Dal 1^ luglio buoni cartacei sostituiti dalla tessera sanitaria

Dal 1^ luglio stop ai buoni cartacei per l’acquisto degli alimenti. Al loro posto una più semplice procedura elettronica.

La soddisfazione dei Consiglieri regionali PD Valentina Ravaioli e Paolo Zoffoli.

Avevamo anticipato diverse settimane fa l’ennesima azione della Regione Emilia-Romagna nei confronti dei 18mila celiaci dei nostri territori per l’acquisto di alimenti senza glutine e siamo oltremodo contenti che la dematerializzazione dei buoni cartacei sia avvenuta nei tempi previsti.”

Con queste parole i Consiglieri regionali Valentina Ravaioli e Paolo Zoffoli commentano la notizia dell’abolizione dei buoni cartacei dal 1^ luglio per l’acquisto degli alimenti “gluten free”. Tra qualche mese, infatti, il corrispondente valore mensile del buono (da 56 a 124 euro a seconda del sesso edell’età) verrà corrisposto in formato elettronico tramite la tessera sanitaria.

Con questo sistemaproseguono i Consiglieri forlivesibasterà recarsi presso qualunque farmacia o negozio convenzionato con la tessera sanitaria e lo specifico codice PIN per i celiaci. Un deciso avanzamento delle modalità di approvvigionamento che siamo sicuri non solo determinerà un piccolo miglioramento delle condizioni di vita delle persone interessate, le quali non dovranno più recarsi periodicamente presso le Aziende sanitarie, ma contestualmente garantirà un risparmio di denaro per la pubblica amministrazione.”

All’annuncio della nuova procedura seguiranno specifiche comunicazioni a tutte le Aziende sanitarie che illustreranno in dettaglio le nuove procedure che toccheranno anche il sito internet della Regione. Se il cambio di gestione verrà poi effettuato tramite il Fascicolo sanitario elettronico, tutta l’operazione sarà ancora più semplice e immediata.

Un ulteriore incentivo, ove non lo avessero già fatto, per i 678 celiaci forlivesi concludono i Consiglieri PDa dotarsi del Fascicolo Sanitario elettronico, uno strumento che nell’immediato futuro rappresenterà sempre di più il punto di incontro tra il cittadino ed il sistema sanitario regionale.”

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *