---

Nel corso di questa complicata campagna elettorale, moltissimi sono stati i cittadini che mi hanno comunicato il loro disagio e la loro rabbia verso una politica incapace di essere vicina alle persone e, in qualche caso, troppo impegnata nel difendere interessi particolari e rendite di posizione.

C’è un’esigenza profonda e impellente di rinnovamento, di trasparenza, di onestà, di coraggio, di intransigenza etica che anch’io condivido fortemente: si tratta del motivo che mi ha spronato a iniziare la mia avventura politica e che, oggi, mi spinge ad accettare la candidatura  al Consiglio Regionale dell’Emilia-Romagna.

Da qui il mio appello alla partecipazione e al voto per le elezioni del 23 novembre, affinchè non ci si lasci vincere dalla disillusione e dalla tentazione di restarsene a casa, ma si faccia uno sforzo, per provare, insieme, a cambiare e a scrivere una nuova pagina, eleggendo persone capaci di difendere, con la schiena diritta, le istanze e i bisogni dei propri cittadini e del proprio territorio.

La mie esperienze in qualità di Assessore nel Comune di Forlì, prima, e di portavoce di Roberto Balzani poi, hanno rappresentato per me una grande lezione di libertà, che porterò con me in Regione, se sarò eletta, anche quando si tratterà di scelte scomode o isolate.

C’è da condurre una battaglia radicale per la legalità e per i beni comuni: la lotta al consumo del suolo e al dissesto idrogeologico, l’investimento sulla ferrovia come riferimento della mobilità regionale, l’urgenza di un metodo che analizzi attentamente costi e benefici, coinvolgendo territori e operatori di settore, a cominciare da un ambito delicato e cruciale come quello della sanità, e la definizione di un nuovo modello di economia circolare, che punti sul riciclo ed il riuso, in tema di gestione dei rifiuti.

Inoltre, occorre che l’emilia-Romagna torni ad essere il traino del Paese, con uno sguardo lugimirante capace di puntare  su una nuova stagione di politiche attive del lavoro e pari opportunità, sul raccordo tra formazione e impresa, sull’investimento in ambiti innovativi, dalla green economy all’industria creativa, secondo le linee di Europa 2020, scommettendo su un rinnovato modello culturale e turistico, capace di valorizzare e promuovere il nostro ricco patrimonio in chiave internazionale.

Mi affaccio alla Regione con lo sguardo di giovane e di donna, con l’umiltà di chi non ha mai temuto lo studio come strumento di crescita e con la determinazione che ha sempre caratterizzato la mia esperienza personale e amministrativa.

C’è bisogno di aria fresca in Emilia-Romagna: con il vostro aiuto, se mi voterete e mi farete votare, ce la faremo!

Valentina Ravaioli 

#elezioniER #23novembre

#scriviravaioli #pernoivale

---

Si vota domenica 23 novembre dalle 7 alle 23 in tutti i Comuni della Regione Emilia-Romagna

Tutte le informazioni su www.regione.emilia-romagna.it/elezioni

Puoi trovarmi anche su Facebook Twitter

Gli indirizzi email di questa newsletter sono di utenti che entrano/sono entrati in contatto direttamente o indirettamente o sono stati reperiti attraverso fonti di pubblico dominio.
Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta a garanzia della privacy (D.Lgs 196 del 30 giugno 2003).
Può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso ci scusiamo per il disturbo arrecatoVI e Vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo RIMUOVI a questa mail, precisando l'indirizzo che vorrete immediatamente rimosso dalla mailing list.
Abbiamo cura di evitare fastidiosi multipli invii, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin da ora invitandoVi a segnalarcelo immediatamente.
In rispetto alla legge 196 del 30 giugno 2003  per la tutela delle persone e di altri soggetti riguardo al trattamento di dati personali questo messaggio non può essere considerato spam in quanto include  la possibilità di poter essere rimossi da ulteriori invii.